martedì 28 febbraio 2012

I CRACKERS PER IL PATE'



Dopo il patè il nulla per sette giorni... Ma noi milanesi abbiamo questo grande vantaggio: che festeggiamo il Carnevale quando tutti ormai sono in Quaresima. Il che significa poter partire per la montagna e sciare per almeno due giorni con le piste semi vuote. Soprattutto se si preferisce il comprensorio più alto, più panoramico ma meno frequentato dalle scuole di sci e dai turisti della settimana bianca
Tre giorni tra cielo blu, sole primaverile (fin troppo, la neve diventava pesante e insidiosa nel pomeriggio), aria limpida e discese con figli, sorella, amici e nipoti. 
Il marito no, per lui la vacanza sulla neve e in montagna in generale è una Quaresima continua. Soprattutto quando si immagina di andare a mangiare polenta e salsiccia sulle piste e io gli rifilo i panini :). Buoni, non c'è che dire, fatti con amore: mocetta, toma, maionese, insalatina e pomodoro. Ma pur sempre panini....

Per fortuna la sera abbiamo recuperato provando un nuovo ristorante. Cucina locale rivisitata in chiave ricercata, da bissare certamente. Lasciando magari a casa i figli, che ormai (soprattutto la prima) mangiano e apprezzano, facendo lievitare non poco il conto... Ma le patate cotte nel fieno valevano certamente la pena!

Ora sono di nuovo a casa, non ho bisogno di fondotinta e fard per togliere il grigiore dal viso -  e questo è già un vantaggio - e le giornate col clima primaverile mi invogliano a passare  il pomeriggio all'aperto.
 Il giardino ha bisogno di una sistemata e così mi ritrovo con la valigia ancora da disfare, ma con dei bei vasi di violette che rallegrano la mia vista. Per non parlare del vialetto d'entrata riseminato (e speriamo che i pettirossi non si mangino tutto) e le foglie della siepe rastrellate e raccolte. Son soddisfazioni!!

Veniamo però al blog. Vi avevo lasciati con il patè e gli scalogni glassati. Quando ho pensato all'mtc ho deciso che non avrei preparato del pan brioche, né altri pani. Mi piaceva l'idea di qualcosa di secco, avevo da poco riletto un post di Sabrine sui suoi crackers e ho deciso di prendere ispirazione da lei. Ecco i miei

CRACKERS AL PECORINO, TIMO E SEMI DI SENAPE 
(un vero e proprio esperimento, le dosi non sono scientifiche)

100 g di farina 00
100 g di farina integrale
100 g di pecorino grattugiato
due cucchiai di olio
un cucchiaino di sale
mezzo cucchiaino di lievito per torte salate
timo
semi di senape
fior di sale per la salatura finale

Acqua quanto basta per l'impasto (meno di mezzo bicchiere circa)

Sabrine è molto più precisa di me nell'esecuzione. Io ho messo in una ciotola le farine, il pecorino, il sale e il lievito, ho aggiunto l'olio e l'acqua un po' alla volta. Ho mescolato e aggiunto il timo (sempre lui, quello sopravvissuto all'incuria invernale del giardino) e i grani di senape. Ottenuto un impasto liscio, omogeneo ed elastico, l'ho messo a riposare per 30 minuti in una ciotola coperta da un panno.
Ho preso la pasta, l'ho lavorata un po' e l'ho stesa. Più è sottile, meglio è. I cracker cuoceranno prima e rimarranno croccanti.
Ho ricavato con il tagliabiscotti le forme e li ho messi sulla teglia da forno. Li ho bucherellati con la forchetta e poi spolverati con un po' di fior di sale.
I miei cracker sono stati in forno a 200° per una quindicina di minuti. Controllate che non si scuriscano troppo nei bordi ed eventualmente a metà cottura girateli. 
Lasciateli raffreddare (il top sarebbe su di una gratella ) e saranno pronti per il patè, per i salumi e per quella tometta di capra stagionata nel fieno che mi sono portata a casa dalla montagna....

Come si fa a non apprezzare quei luoghi???




12 commenti:

  1. Fantastica!!! ci proverò!!!
    Un bacione
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provaci, è facilissimo! Bacioni :)

      Elimina
  2. Un esperimento che sembra proprio riuscito benissimo ^_^ Oltre che stuzzicanti e sfiziosi sono anche veloci. Baci, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! velocissimi e sfiziosi per davvero. bacioni!

      Elimina
  3. Esperimento riuscito!!! Sono perfetti e assolutamente sfiziosi! Ma sei anche una sportiva, ragazza mia sai fare tutto!!! Eio invece sono come tuo marito :-))) Mi piace mangiare polenta e salsiccia!!!!
    Baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely: piace anche a me mangiare polenta e salsiccia, ma una bella sciata... vuoi mettere?? bacibaci!

      Elimina
  4. splendidi...ecco, mi hai dato un idea per provare i semini di senape che ho in dispensa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ne ho di due tipi. l'idea iniziale era di fare la senape.... e lì in dispensa sono rimasti! per ora li uso negli arrosti di maiale e li ho provati anche nell'insalata! ciao, un abbraccio!!

      Elimina
  5. che meraviglia la montagna e che meraviglia questi crackers!
    supergustosi :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adoro la montagna (e anche il mare!) ciao!

      Elimina
  6. Felicissima che i miei crackers siano finiti anche nella cucina di casa tua... e che ti siano venuti benissimo!
    E adesso, anche se con imperdonabile ritardo, ci sei anche tu nella pagina dedicata a "le mie ricette nelle cucine degli altri"...
    Un caro saluto e a presto,

    Sabrine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrine, te l'ho detto che le tue ricette sono assolutamente affidabili!!Oltre che interessanti. Grazie per i comlimenti e un abbraccio!!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails