venerdì 20 maggio 2011

Gamberi da pulire, insalatine e prova costume



Mercoledì, ho terminato il mio corso di cucina sul pesce (ve ne parlerò certamente!), posso tornare alle mie abitudini da finta casalinga in vacanza da una vita: piscina, chiacchere con le amiche e mercato.
E' quasi estate, e frequentare il mercato di questi tempi è bellissimo, vorresti comprare tutto!
Mi limito a un paio di meloni (buonissimi!), un assaggio di ciliegie (ancora insapori), delle fragole meravigliosamente sode e zuccherine, piselli per il risi e bisi dell'MTC, zucchine perchè bisogna pur far mangiare un po' di verdure alla famiglia e via....

Già, ma i mei amici del pesce cosa avranno?  Mi ritrovo a guardare il banco, i gamberi del mediterraneo, quelli piccoli  e rosa tenue, mi chiamano come al solito. "te li do tutti, ti faccio lo sconto" L'ho già sentita questa storia...
Me ne vado a casa con due chili di gamberetti e già penso che mi ci vorranno due ore per pulirli, quasi come quando il marito tornò dalla spesa estiva con cinque chili di cozze in realtà destinate a un ristorante...

Arriva la sera e mi accingo nell'operazione. Via la testa, via il carapace. Ma vuoi non togliere anche a ognuno il filetto nero? Dopo aver frequentato un corso ci cucina certe dimenticanze non sono ammesse...

I figli sono a letto, il marito arriva e mi trova ancora alle prese con i gamberi. Li faccio saltare leggermente in padella con olio e scalogno, una spruzzata di vino, un paio di minuti di cottura coperti e sono pronti.
La pasta per il marito è assicurata: spaghetti gamberi e passata di pomodoro, come piace a lui. Gli altri li sistemo per congelarli, ma me ne tengo da parte un po'.

Il giorno successivo, dopo la spesa al supermercato, mi preparo un'insalatina che vorrebbe essere un tentativo di mangiare sano e leggero (vedasi ansia da prova costume)

INSALATA DI GAMBERI, MIRTILLI E CARASAU
(oggi niente dosi, ho messo insieme quello che avevo!)

Spinacino novello
Soncino
Rucola
Lattughino rosso

mirtilli

gamberetti (mediterranei e puliti con le mie mani, per me!)

carasau

olio
aceto balsamico
fior di sale

In una ciotola mettere l'insalata sciacquata, i gamberetti, i mirtilli, olio, aceto e fior di sale. Mescolare e aggiungere solo alla fine piccoli pezzetti di carasau.

Un bel libro, un bicchiere di acqua fresca (il vino, purtoppo, ultimamente mi dà fastidio..) e il pranzo light è a posto. Peccato che la figlia avesse voluto un trancio di pizza e me l'abbia offerta .... non si può dire di no, vero???

6 commenti:

  1. Ciao sono Mariabianca
    Domani il mio piccolo blog compie un mese.
    Ti invito a mangiare (seppur virtualmente) un semplice dolcino insieme a me.

    RispondiElimina
  2. che bella insalatina, leggera si ma con gusto mi piacerebbe scoprire il gusto del mirtillo con il pesce! mi piace, continua pure a prendere il sole in piscina tesoro :-))))) un bacione e buon w.e.

    RispondiElimina
  3. L'insalatina sembra ottima! Anch'io amo i gamberi ma dedesto pulirli. Vivo questo momeno sempre come una prova da superare per poterli gustare in tutto il loro sapere (ma quel filetto nero, che stress)...
    Buon we
    Anna

    RispondiElimina
  4. Vorrei invitarti a partecipare al mio primo Contest!

    http://ziatopolinda.blogspot.com/2011/05/la-mia-versione-light-il-mio-primo.html

    Ti aspetto!!!

    RispondiElimina
  5. è una bella ricetta, quello che ci frega sono i corsi di cucina e togli questo togli quello, ha due filetti interni in genere nero!!!! un sacrificio lo so, la ricetta è molto bella adatta per chi deve fare la prova costume

    RispondiElimina
  6. spesso in casa si mangia meglio che al ristorante! mi è capitato spesso di incontrare gamberi con il filetto e mi son sempre chiesta da chi avessero fatto scuola di cucina. la tua era una di quelle giuste! buona vacanza cara.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails