martedì 6 aprile 2010

99 colombe e una zuppa inglese


Per due anni ho avuto un marito pendolare. Cinque giorni alla settimana a lavorare a Ferrara e il week end a casa. Una settimana al mese facevo io la pendolare coi bimbi piccoli, andavamo a trovarlo e stavamo lì con lui, nell'appartamento poco lontano dal centro. E così prendevo bimbi e passeggino e camminavo, mi gustavo questa meravigliosa cittadina piena di palazzi da visitare, viette da percorrere, vetrine da guardare e negozietti in cui entrare per respirare quell'aria lenta e godereccia delle città di provincia in cui la gente in bicicletta dopo il lavoro si ritrova in centro a chiaccherare, magari davanti a un aperitivo.
Il venerdì sera, prima di ripartire per casa nostra a Milano, passavamo nella pasticceria storica dietro casa a ritirare la zuppa inglese che avevamo prenotato e che ci veniva consegnata dentro una ciotola di vetro, avvolta nella carta rosina delle pasticcerie. Tornavamo a casa col nostro amato souvenir, che diventava il dolce sontuoso da condividere con suoceri e cognati insieme ai racconti della settimana e al caffè del dopo pranzo. Finita la parentesi ferrarese, ci siamo fatti spedire dagli ex colleghi la salama, e io ho iniziato a fare la zuppa inglese, uno dei dolci più amati dal marito.
Per questo, quando ho deciso che sarei stata anche io una colomba per le Sorelle Nurzia, la prima idea che mi è venuta in mente è stata proprio questa: preparare una zuppa inglese con la colomba (solitamente, se voglio fare in fretta, uso al posto del pan di spagna i savoiardi, ma solo quelli sardi, larghi e morbidi)
Potrebbe essere un modo interessante per far fuori gli avanzi di colomba, per quanto mi riguarda, di avanzi non ce ne sarebbero stati.... quindi ne ho tenuto da parte un po' preventivamente!

ZUPPA INGLESE DI COLOMBA

per la crema pasticcera:

4 tuorli
100 gr zucchero

50 gr farina o maizena
500 ml latte
mezza stecca di vaniglia
50 gr di cioccolato fondente


Almeno 8 fette di colomba classica Sorelle Nurzia
Alchermes


Scaldare il latte con la stecca di vaniglia. Lavorare in un pentolino i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina e infine il latte a filo, mescolando con una frusta. Mettere il pentolino sul fuoco basso e mescolare. Portare ad ebollizione, sempre mescolando e cuocere per due, massimo quattro minuti. Dividere la crema in due parti, trasferite la prima in una ciotola di vetro e mescolate di modo da raffreddare e terminare la cottura. Tenete la seconda parte nel pentolino e, a fuoco spento, aggiungete il cioccolato a pezzetti. Mescolate finchè il cioccolato non si sarà sciolto.
Nel frattempo tagliate le fette di colomba spesse circa 3-4 mm, togliete la glassa e tenetela da parte. In una ciotola versate l'alchermes, io lo allungo con un po' di acqua, così anche i bimbi possono assaggiare il dolce...
Bagnate per bene le fette nell'alcherms e sistematele in una ciotola di modo che coprano il fondo. Versateci sopra la crema pasticcera normale, livellate e ripetete l'operazione con altre fette di colomba imbevute, versateci sopra la crema pasticcera al cioccolato e se avete ancora crema, fatene un altro strato, sul quale sbriciolerete la glassa.
A seconda di come vorrete il dolce, potrete ricoprire di colomba la ciotola non solo sul fondo ma anche ai lati, io per esigenze estetiche ho coperto solo il fondo.

E' ottima, certo, poco dietetica, ma un cucchiaino male non fa... e un altro... e un altro... e un altro....
E mentre scrivo in questa giornata di splendido sole, il mio pensiero e la mia preghiera vanno a tutti coloro che, come Mara, tentano da un anno di reagire con forza e positività a una circostanza così devastante come è stato il terremoto. Questa zuppa inglese è per voi! Buona Pasqua!!






7 commenti:

  1. bella idea questa!! brava Lucia!! spero tu abbia trascorso una buona Pasqua!

    RispondiElimina
  2. Buona la zuppa inglese e sicuramente in questa ricetta le hai dato un tocco in più!

    RispondiElimina
  3. Che buona!! Un'idea fantastica e delle parole bellissime!

    Ps:quante ciotole di vetro avete collezionato?!

    RispondiElimina
  4. K@tia: Grazie! Abbiamo trascorso una bella Pasqua, grandi mangiate e un po' di sciate per smaltire! Auguroni a te!

    Anna Luisa e Fabio: Grazie e benvenuti!! PS anche io e mio marito abbiamo due grembiuli uguali per le grandi occasioni in cui si cucina insieme! A presto!

    Federica: Grazie! Di ciotole di vetro ne abbiamo quattro di cui una formato insalatiera, un po' le abbiamo regalate, un po' si potevano resituire per farsele riempire la volta successiva... Una delle medie è quella che si vede nella foto, molto basic. CIao!

    RispondiElimina
  5. Utilizzare la colomba per la zuppa inglese mi sembra una bellissima idea! Complimenti, per la ricetta e per il post!

    RispondiElimina
  6. Ferrara è splendida! Noi ci si va almeno un paio di volte l'anno (sotto Natale e a Giugno) per dei concerti di Marco. Ma lo sai che con la Colomba che mi è avanzata quasi quasi domani mi metto all'opera? ;) Buona serata

    RispondiElimina

  7. I am a Staff Author at FieldEngineer.com a Marketplace for On-Demand telecom workforce, extending from field engineers to high-level network engineers, project managers and Network Architects in 146 nations.
    what is network security

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails