martedì 15 dicembre 2009

10 giorni.... o anche meno


Per chi ancora non se ne rende conto, per chi a meno 10 è già collassato sotto la mole di impegni, cene, regali da comprare, alberi e presepi da abbellire.
Per chi sta pensando, provando e riprovando tutte le portate della vigilia e anche del pranzo.
Per chi ha la casa invasa da stoffe, pannolenci, campanellini, fili colorati, colle a caldo e sa già che non riuscirà a finirli tutti quei regalini home made.
Per chi ha il forno in funzione 24h su 24 e ha provato tutte le varianti di biscotti presenti sul web.
Per chi vorrebbe tanto un di neve in città che fa tanto Natale, e per chi invece ogni mattina guarda fuori timoroso augurandosi che le strade non siano bianche.
Per chi in macchina, in casa, sotto la doccia canta solo canti di Natale e per chi proprio non capisce per quale motivo gli tocca sorbirsi quelle lagne.
Per chi vorrebbe essere ai Caraibi e per chi trova che non sia luogo più bello di casa propria per passare il Natale.
Per chi sa che anche questa volta non riceverà quello che ha chiesto e per chi sa già che dovrà lavorare.
Per chi crede in Colui che a Natale nasce e per chi ancora cerca ma si gode il clima.

Per tutti, buona attesa....

Dall'immagine tesa
vigilo l'istante
con imminenza d'attesa -
e non aspetto nessuno:
nell'ombra accesa
spio il campanello
che impercettibile spande
un polline di suono -
e non aspetto nessuno:
tra quattro mura
stupefatte di spazio
più che un deserto
non aspetto nessuno:
ma deve venire,
verrà, se resisto,
a sbocciare non visto,
verrà d'improvviso,
quando meno l'avverto.
Verrà quasi perdono
di quanto fa morire
verrà a farmi certo
del suo e mio tesoro,
verrà come ristoro
delle mie e sue pene,
verrà, forse già viene
il suo bisbiglio.

Clemente Rebora


Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails